One of the consistent results of Trance Dancing is that the participants report a new sense of vitality and well-being.

Italy

For More Information About Italy Events

Potresti definire l'Onorabile Sessualità?


Potresti definire l'Onorabile Sessualità?

Wilbert Alix: L'importanza nell'Onorabile Sessualità è di fatto il termine "onorabile", scoprire che cosa effettivamente ci onora in quanto persone. Quando si parla di sessualità, la risposta non è universalmente la stessa, molti amano, ma amano in modo differente. Molti fanno sesso, ma fanno sesso in modo differente. Non vi è una risposta universale, perciò bisogna avere la volontà di scoprire che cosa ci onora e, per farlo, si devono esplorare i propri valori relativamente al sesso ed alla sessualità. Non solo in senso intellettuale, ma in senso esperienziale.

Ritieni che abbiamo perso la nostra passione? E come mai abbiamo confuso così tanto il sentimento, il sesso e la sessualità?

W.A: La passione è davvero la nostra energia vitale, è ciò che ci fa da propellente, o ci costringe, ad agire su qualcosa. perciò, in una cultura che sopprime la propria sessualità, o che, in altre parole, la rende molto inconscia, non resta che attribuire sessualità a qualunque cosa per farlo notare. Vendiamo tutto con la sessualità. Vi è una schizofrenia nella nostra cultura circa la sessualità.

Circa 5.000 anni fa vi fu questo movimento in Occidente, soprattutto in Europa, che tese a temporalizzare lo spirito al fine di controllare la vita delle persone controllando il loro accesso allo spirito. Questa è la religione. La religione è probabilmente il più grosso business del pianeta. Essenzialmente, ciò che hanno dovuto fare è stato convincere gli esseri umani che c'era qualcosa che non andava e che avevano bisogno di essere redenti. Il business della chiesa è la redenzione. Un modo con cui hanno fatto questo è stato demonizzare il sesso. Ciò significa demonizzare l'energia che ci ha creato. Demonizzare l'energia che ti fa da propellente ogni giorno. Quando la gente ci è cascata, ha incominciato a sentirsi veramente male. Avevano bisogno di aiuto, avevano bisogno di essere salvati, e la chiesa diceva che lo avrebbe fatto per loro, se non in questa vita almeno nella prossima. La chiesa riuscì a far sì che la gente cedesse interamente la propria energia, e coloro che ne soffrirono di più furono le donne. L'intero corpo di una donna è erotico, l'intero corpo di un uomo non è erotico. Perciò, quando una donna sopprime la propria sessualità, tutto il suo corpo ne soffre. Ha bisogno di un qualcosa che la convinca che la sua sofferenza ha un qualche significato. Per migliaia di anni prima di questo, il sesso era considerato un percorso legittimo alla guarigione ed all'illuminazione. La maggior parte dei guaritori a quel tempo erano donne ed erano in maniera dominante di energia femminile. Nella tradizione dei Nativi Americani, ad esempio, ogniqualvolta nascesse un bambino che manifestasse caratteristiche femminili, lo prendevano e lo addestravano ad essere uno sciamano, poiché aveva una prospettiva da guaritore. Non aveva una prospettiva da guerriero, aveva una prospettiva da guaritore.

Nasciamo con una sessualità onorabile?

W.A: Nasciamo sessuali. La sessualità è un assoluto. Potrei anche dire che nasciamo amanti, nasciamo appassionati. Potrei anche dire che nasciamo spirituali, è tutto la stessa cosa. Per comprenderlo, si deve pensare in termini di contenuto e di contesto. Non siamo affatto nati nello stesso contesto, Energeticamente parlando, siamo nati con lo stesso contenuto, siamo tutti esseri viventi. Alcuni sono nati in una cultura più liberale, altri in una cultura più repressiva. Ecco perché non vi possono essere standard universali, perché il mondo non è uno standard universale.

Ritieni che il dramma sessuale attorno al Presidente Clinton porterà al riconoscimento o a guarire l'America per quanto riguarda la nostra visone sociale del sesso?


W.A. Qualunque organismo che sia pronto ad essere guarito, o che sia in un processo di guarigione, deve in primo luogo essere consapevole della propria malattia. Perciò, dal punto di vista culturale, questa cosa che sta succedendo a Clinton è molto interessante. Dal punto di vista culturale, assistiamo alla nostra ingenuità sulla sessualità ed alla nostra necessità di essere vendicativi e controllarla. Il primo incremento è nel rendersi conto che vi sono cose circa i nostri atteggiamenti a proposito del sesso e della sessualità che devono essere corrette. Ecco come pensa la maggior parte della gente. Evidentemente, se sei un guaritore, vedi che c'è qualcosa da guarire. Penso sia più positivo che negativo, ma è necessario che la gente incominci a parlare del sesso e della sessualità.

Un aspetto del seminario verte sullo spostare l'energia dal chakra sessuale al chakra del cuore, puoi spiegare?

W.A.
E' significativo perché l'energia si sposta verso l'alto, non verso il basso. Quando si comprende questo, ci si chiede" Da dove viene?" Viene dal cuore e si sposta letteralmente verso l'alto. Sembra che molte persone nel corso della loro vita non vadano mai oltre il loro chakra sessuale. La loro energia rimane molto concentrata lì. E' certo che l'energia maschile è un'energia che si è accumulata nel chakra sessuale ed attorno ad esso. Perciò è importante imparare come muovere individualmente questa energia dal chakra del sesso al chakra del cuore, o aiutare qualcun altro a farlo.

Come ti ha condotto la tua esperienza di vita a sviluppare la Trance Dance, l'Onorabile sessualità ed altri seminari?


W.A. La mia introduzione a qualcosa di simile alla Trance Dance è incominciata quando ero giovane. Sono cresciuto in una cultura afroamericana di New Orleans, ove vi era una tradizione in cui gli schiavi fuggivano, gli Indiani li accoglievano e li proteggevano. Ciò ha continuato per centinaia di anni e si è tradotto in una fusione di culture. Quando si è abolita la schiavitù una delle cose che i neri scelsero di fare ogni anno fu mostrare rispetto a questa tradizione degli Americani nativi danzando, vestendosi e mascherandosi come gli indiani. Ho appreso i ritmi, il suono, il movimento, essenzialmente ciò che chiamiamo Trance Dance, sebbene non fosse mai stata chiamata così. Era più una festa. Però, quando ero un teen-ager, o durante i miei vent'anni, ho incominciato a guardare più attentamente a ciò che significava. Perché andavano per strada a fare i matti? Era solo una festa? O si trattava di qualcos'altro'. Con il tempo ho scoperto che si trattava di guarigione. Nella Trance Dance impieghiamo una bandana. Questo concetto mi è stato introdotto per la prima volta da Osho. Faceva usare una bandana o una benda per gli occhi quando faceva le meditazioni dinamica o kundalini. La prospettiva di Osho era che la mente occidentale fosse troppo popolata da pensieri e che non poteva svuotarsi. Dovevamo eliminare il suo senso dominante. Comprendemmo che per indurre lo stato di trance dovevamo privarci di questo senso della vista che impieghiamo in modo dominante per percepire la realtà. Gli occhi sono i soli organi di senso che crescano direttamente dal cervello. Perciò, quando si coprono gli occhi, tutto cambia in modo notevole. Ho poi studiato religione e riscontrato che prima di quelle che chiamiamo religioni dogmatiche, dominate dagli uomini, a modello singolo, vi era stata una cultura spirituale che danzava. Quando si guardano i templi e le cattedrali dalla cupola e si guarda verso il basso, si vedono schemi elaborati sui pavimenti che erano schemi di danze. La gente si riuniva in queste cattedrali e templi per danzare, era il loro modo per mettersi in comunione con lo spirito. Perciò, la Trance Dance divenne una cosa evidentemente necessaria se intendevamo divenire una cultura spirituale.

La danza è una delle tradizioni sciamaniche più antiche?

W.A:
Se si guarda alle origini, gli esseri umani adoravano la natura. La prospettiva sciamanica è che Dio è l'intelligenza che si ritrova nella natura, e quindi essi adoravano la natura. Uno dei modi di fare questo era energizzare i propri corpi con la natura. Mangiavano della natura e mimavano la natura. Danzavano come il vento, si muovevano come l'acqua. Danzavano come un'aquila. Portavano stati energetici nel loro essere mimando la natura. Ogniqualvolta cercavano di guarire loro stessi, si alleavano con un aspetto di un organismo o di un animale. Credevano che questo spirito animale li potesse guarire. Danzavano l'animale, adornavano anche il loro corpo con l'animale e mimavano l'animale così come questo si muoveva nella vita.

Quindi adesso stiamo riscoprendo la nostra propria energia?


W.A: La passione sta nell'incominciare a riabbracciare la nostra energia appassionata, non è così razionale come siamo abituati che le cose siano. Abbiamo sostituito molte cose che erano vive con cose che hanno una pseudo-vita. Abbiamo sostituito la fede alla fiducia, la paura all'eccitazione, e la compassione alla passione. Abbiamo perciò preso stati vitali e li abbiamo ridotti abbastanza per poterli controllare. Tuttavia, questi stati vitali continuano a saltare fuori. Hanno demonizzato il sesso per sempre, e noi continuiamo a farlo. Hanno demonizzato la passione, tuttavia quando ci colleghiamo ad una situazione in cui la nostra vita è messa in pericolo, la nostra passione emerge. Perciò, sebbene abbiano rivestito gli stati vitali con uno strato di intellettualità, il fatto è che ogniqualvolta siamo al limite di noi stessi, facciamo nuovamente esperienza di questo tipo di cose. Penso perciò che stiamo incominciando a comprendere che la psicologia non basta. Che vi devono essere altri modi e incominciamo a ritenere interessante riesaminare quello che intendevamo fare. La Trance Dance non è un'esperienza sciamanica, ma piuttosto un'esperienza neo-sciamanica. E' sciamanesimo frammisto ad un po' di tecnologia. Facciamo un rituale sciamanico, ma usiamo uno stereo. Perciò dobbiamo essere intelligenti sul modo in cui impieghiamo la tecnologia per migliorare le nostre vite in un modo naturale.

Che cosa hai visto nei tuoi seminari di Onorabile sessualità che costituisca l'aspetto di speranza che il tuo lavoro contiene per il nostro mondo e per la guarigione?


W.A:
La prima cosa che noto è che le persone se ne vanno abbandonando tantissimi sensi di colpa. E' abbastanza, di fatto, se una persona riesce ad estirpare questo fatto della colpa, che è del tutto connesso all'autorità. Molti scoprono che la sessualità è un qualcosa che vive nel loro essere, e non si tratta di una cosa estranea. Per effetto del seminario, essi trovano quell'energia che pensavano avesse esteso il proprio orgasmo, il che è vero. Quest'energia può però anche essere canalizzata in altre vie. Vi sono alcuni che ritengono che la loro creatività sia aumentata poiché hanno più fiducia in quest'energia. In generale, trovo che le persone hanno più piacere di vivere. Sono più appassionati ed energetici e, naturalmente, anche la loro vita sessuale si energizza.